Breve presentazione del Metodo “Opera Discreta”

 

 

 

Denti Storti ed Ortodonzia: solo queste due parole sono da anni in grado di sollevare gemiti e preoccupazioni per bambini e genitori!

I bambini si lamentano perché non amano avere cose grosse e scomode infilate in bocca per anni.

Ed i loro genitori si lamentano per il pagamento delle fatture ortodontiche astronomiche, nonché di essere costretti a portare i loro figli in giro per gli studi per effettuare il loro trattamento ortodontico, oltre che per numerose altre attività ed incombenze legate ai figli.

In effetti entrambi non hanno torto, perché l’ortodonzia convenzionale negli anni si è dimostrata, per un numero importante di pazienti e genitori, un approccio del tutto “disfunzionale” per allineare i denti storti, affollati o mal posizionati.

Gli strumenti del mestiere sono rappresentati da: elastici, archi, fili, espansioni rapidi, viti fissate chirurgicamente nell’osso, bande metalliche attorno ai denti, attacchi metallici e non fissati sui denti, apparecchi mobili e fissi anche metallici, nonché estrazioni “seriali” di numerosi denti definitivi e persino un caschetto con un “baffo esterno” con cui andare in giro; sinceramente, c’è davvero da spaventarsi…!

Sfortunatamente, quasi tutti i trattamenti ortodontici convenzionali ignorano o sottovalutano di effettuare anche il bilanciamento delle ossa del cranio prima di eseguire le procedure di raddrizzamento dei denti storti.

Ancora oggi fin troppo spesso, in una terapia ortodontica convenzionale, il paziente entra con i “denti storti” e ne esce dopo un po’ con i “denti dritti”, ma anche con la “testa storta” ed una masticazione disarmonica, nonché mal allineata.

Purtroppo tutto ciò, nel tempo, provoca sintomi cronici e cattiva salute!

Gli ortodonzisti convenzionali non sono al corrente, oppure sottovalutano il fatto che, al termine di una qualsiasi terapia ortodontica, bisognerebbe anche sapere come rimettere la mascella in posizione corretta.

E ciò lo si può fare magari usando delle strategie chiropratiche ed osteopatiche che possano aiutare, come ad esempio: la “Tecnica Chiropratica Diretta Non Forzata”, che utilizza una pressione sottile e moderata per riportare tutto l’asse del corpo in equilibrio, partendo proprio dalla mandibola, dalla testa, nonché dal collo.

E se si hanno dei problemi di ATM (articolazione temporo mandibolare), oppure una masticazione impropria, questa tecnica “dolce” può aiutare in modo significativo a migliorare l’allineamento dentale e della masticazione, insieme all’utilizzo dell’Ortodonzia Bio-Mimetica-Olistica.

 

Cos’è l’Ortodonzia Bio-Mimetica del Metodo “Opera Discreta”? Ed in che cosa differisce un Ortodonzista Bio-Mimetico-Olistico da un altro ortodonzista tradizionale?

La cosa basilare per un Ortodonzista Bio-Mimetico-Olistico, è che ha una certa attenzione per l’articolazione della mascella e si assicura sempre di non star cercando di raddrizzare SOLO ed esclusivamente i denti storti…!

In fondo, un approccio più olistico, significa assicurarsi davvero che la masticazione sia davvero a posto a fine cure e che l’articolazione della mascella sia nel posto giusto e funzioni senza subire problemi e danni.

Inoltre, significa anche assicurare il corretto respiro ed accertarsi che il paziente, a fine cure, possieda delle vie aeree orali ben pervie, per poter respirare correttamente senza russare di notte.

La focalizzazione dell’attenzione sull’articolazione temporo-mandibolare è decisiva in Ortodonzia Bio-Mimetica-Olistica, perché si tratta di un “disco” – un pò come la rotula del nostro ginocchio – che è composta da tre parti: una parte è nella mandibola, un’altra parte è attaccata al cranio.

E poi nel mezzo c’è il disco articolare che, muovendosi continuamente, ci permette di aprire la bocca, di spostarla lateralmente, di mordere, di masticare, di deglutire e naturalmente di parlare!

Ed affinché i denti siano nella posizione corretta, dobbiamo non solo assicurarci che siano dritti, che si uniscano e mastichino senza interferenze tra di loro, ma dobbiamo anche evitare che non si produca molto stress o sforzo sull’articolazione della mascella.

E questa dovrebbe rappresentare la preoccupazione “numero uno” per i pazienti che passano attraverso le cure dell’ortodonzia tradizionale e finiranno poi con problemi di ATM, perché i loro denti storti, spesso saranno spostati troppo velocemente e pesantemente.

Ciò potrebbe causare la compressione del disco articolare per via delle notevoli forze esercitate su di esso, nonché della tensione dei muscoli articolari della mascella. Inoltre, molte volte, i pazienti avvertono dei “clic” e dei “pop” oppure degli “scrosci”.

 

E quali sono alcuni esempi dei dispositivi ortodontici tradizionali, che potrebbero causare alcuni di questi problemi o forse addirittura, far sì che alcuni di essi si presentino più tardi nella vita?

Il più problematico è sicuramente l’apparecchio tradizionale metallico, cioè quello che utilizza i fili e le bande. E poi vi sono i caschetti con i “baffi esterni”.

Ma vi sono anche una quantità di trattamenti e di apparecchi che vanno decisamente bene; il problema in questi casi si riduce solo alla diagnosi ed al modo in cui i pazienti sono visti…!

Perché non si tratta solo di spostare dei denti, ma è basilare tenere in considerazione l’intera testa, il collo ed anche il resto del corpo, per assicurarci che stiamo utilizzando il prodotto migliore in senso “olistico”, cioè prendendo proprio TUTTO in considerazione per il bene del paziente.

Oppure scegliendo accuratamente il dispositivo più adeguato per risolvere correttamente il problema ed in modo giusto per quel determinato paziente.

Comunque sia, potremmo anche usare tutti i migliori fili e le bande del Mondo, nonché i caschetti con i “baffi esterni” per rimettere i denti storti nel posto giusto, ma se l’articolazione della mascella non è al suo posto correttamente, allora abbiamo quasi mancato il “bersaglio” ed avremo ben presto dei grossi problemi (ovviamente non noi, ma i nostri pazienti….)!

Quindi, l’obiettivo è assicurarsi di averli tutti ben allineati, denti, masticazione ed articolazione.

 

Perciò: quali sono i dispositivi che usa un Ortodonzista Bio-Mimetico-Olistico per raddrizzare i denti storti…?

 

In realtà, il Metodo che preferiamo usare è rappresentato da “Opera Discreta”, oltre anche da: “ortesi”, “bite” ed apparecchi “mio-funzionali intercettivi”, perché tutti questi rispettano l’articolazione della mascella e ne garantiscono il corretto posizionamento e la perfetta funzionalità.

Inoltre, quello che piace davvero ad un Ortodonzista Bio-Mimetico-Olistico, è l’uso in combinazione sinergica delle così dette “ortesi” e degli Allineatori Mimetici Metalfree.

Anche perché entrambi sono assolutamente privi di BPA (bisfenolo-A) ed anche di altri agenti cancerogeni o simil-ormonali, come quelli presenti in alcuni dei dispositivi per raddrizzare i denti più economici, noti anche per contenere delle altre sostanze chimiche tossiche, nonché dei metalli pesanti o dei coloranti sintetici.

La modalità con cui opera effettivamente un Ortodonzista Bio-Mimetico-Olistico per allineare correttamente i denti storti è, in realtà, molto diverso da quello convenzionale; ad esempio, invece di cambiare gli allineatori per spostare i denti ogni due settimane, il protocollo più utilizzato è quello di andare dal dentista solo ogni 4-6 settimane.

E ciò perché quando si spostano i denti molto lentamente, ciò consente al disco articolare di tornare sempre nella sua posizione corretta senza troppo stress, alleviando così la pressione sull’ATM.

Ma in che modo l’ortodonzia influisce sull’articolazione temporo mandibolare stessa?

Lo scopo dei nostri Allineatori Bio-Mimetici-Olistici, oltre all’ovvio obiettivo di allineare i denti storti è che, tali sofisticati strumenti, mantengono comunque anche quando siamo a riposo una certa posizione spaziale tra i denti, che è chiamata “dimensione verticale”.

Quindi, si crea fisiologicamente un minuscolo spazio libero tra i denti, in modo che quando essi sono a riposo, non riescano più a toccarsi.

E quando i denti non si toccano più tra di loro, non si producono delle nocive forze di compressione e di trazione, che è poi l’esatto motivo per cui le persone sentono la tensione ed il dolore.

Un paio di consigli importanti sull’Ortodonzia Bio-Mimetica-Olistica: per prima cosa è davvero basilare assicurarsi di trovare la persona giusta con cui lavorare ed a cui affidare la propria bocca nel presente, nonché per tutelare la salute generale per il futuro.

Inoltre, è necessario comprendere a fondo il processo di lavoro e l’impegno necessario da parte di entrambi, paziente ed ortodonzista, per tutto ciò che essi comporteranno nel tempo della terapia.

Insomma, deve essere chiaro che si tratta di un vero e proprio “investimento”, ma non in termini economici, bensì di salute e, come tutte le cose ben fatte, ci vuole del tempo per realizzarle, ma una volta fatte, produrranno ottimi risultati che dureranno per tutta la vita e garantiranno salute e felicità per tutti…!

 

Ma la soluzione finale, nonché la più efficace, è l’Ortodonzia Mimetica Metalfree

Oggi, in caso di denti storti ed anche di denti stortissimi, la terapia più moderna, più sicura ed efficace è sicuramente rappresentata dall’Ortodonzia Mimetica Metalfree, con cui raddrizzeremo in breve tempo i tuoi denti in linea con la natura, donandoti il sorriso che desideri in modo ecologico, senza utilizzare antiestetici fili e componenti metallici o chimici, ma solo con l’ausilio di esclusivi materiali biocompatibili, nonché operando con tecniche dolci e non invasive, affinché tu ottenga una masticazione efficace e duratura, con denti ben allineati e senza rischiare recidive, il tutto in tempi personalizzati, con investimenti appropriati nonché la garanzia del risultato preventivamente concordato…!

 

E con il nostro approccio ultra moderno, cioè il Metodo “Opera Discreta”, fine dei denti storti per sempre; guarda questa pagina per capire meglio cosa intendiamo: CLICCA QUI

Scopri come trasformare il tuo sorriso con il Metodo Opera Discreta senza vari metalli, senza dolorosi danni, senza spese inutili, evitando il più possibile tutti i disagi, nonché le varie e noiose perdite di tempo!